Mercoledì, 15 Settembre 2021 15:53

Massaggio e sindrome premestruale

 

 

La ricerca dimostra che il massaggio allevia i sintomi della sindrome premestruale.

La sindrome premestruale (SPM) è una manifestazione ciclica che precede le mestruazioni e che colpisce il 2/5% delle donne in età riproduttiva manifestandosi con una serie di sintomi:

  • Fisici.
  • Psicologici.

Le cause possono essere:

  • Diminuzione nell’organismo di serotonina (ormone del buonumore).
  • Squilibrio tra estrogeni e progesterone.
  • Modificazione nel ricambio idrosalino, con successivo calo di sostanze, come il magnesio, che provoca cefalea,
  • crampi e gonfiore

I sintomi della sindrome premestruale sono:

  • Modifiche dell’umore (irascibilità, depressione, aggressività).
  • Stanchezza.
  • Cefalea. (Qui puoi leggere un trattamento per la cefalea).
  • Tendenza al pianto.
  • Bassa capacità di concentrazione.
  • Tensione mammaria.
  • Gonfiore.
  • Attacchi di fame.
  • Aumento della sudorazione.
  • La sindrome premestruale spesso innesca effetti negativi nella vita sociale e personale

I rimedi per la sindrome premestruale possono essere:

  • Riduzione di sale, alcool, caffè, dolci.
  • Bere almeno due litri di acqua al giorno.
  • Assunzione di integratori minerali a base magnesio, calcio, vitamine , soia.
  • Effettuare esercizio fisico.
  • In alcuni casi prescrizione della pillola anticoncezionale.

Massaggio e sindrome premestruale: ricerca

 

L’indagine è stata condotta dal Touch Research Institute in collaborazione con la University of Miami Medical School. 24 donne di età compresa tra 19 e 45 anni, con disturbo disforico premestruale (una forma grave di sindrome premestruale), sono state suddivise, in modo casuale, in 2 gruppi.

Al 1° gruppo è stato effettuato un massaggio totale, viso compreso, di 30 minuti per 2 volte a settimana per 5 settimane.

Il 2° gruppo è stato sottoposto ad una terapia di rilassamento muscolare progressivo dove veniva istruito a

contrarre e rilassare i principali gruppi muscolari dell’addome. Le sessioni erano di 30 minuti per 2 volte a

settimana per 5 settimane.

Gli studi del trattamento includevano le seguenti scale di autovalutazione:

  • Center for Epidemiological Depression Scale (CES-D). Misura di 20 elementi che chiedeva alle partecipanti di valutare la frequenza con cui nell’ultima settimana hanno sperimentato sintomi associati alla depressione, come sonno agitato, scarso appetito e sensazione di solitudine.
  • Menstrual distress questionnaire (MDQ). Classificazione dei sintomi premestruali.
  • State Trait Anxiety Inventory (STAI). Per misurare l’ansia.
  • Profile of Mood States (POMS). Per valutare il livello di depressione.
  • Visual analogue scale (VAS). Per valutare i livelli di dolore.

I risultati hanno dimostrato che il gruppo 1°, rispetto al 2°, ha ottenuto una riduzione di tutte le scale di autovalutazione sopra citate.

I ricercatori rivelano che studi futuri potrebbero concentrarsi sugli effetti di un programma di terapia di massaggio a lungo termine.

Nel complesso, i risultati attuali suggeriscono che il massaggio può essere un efficace aiuto a:

  • Lungo termine per la riduzione del dolore e la ritenzione idrica.
  • Breve termine per diminuire l’ansia e migliorare l’umore per le donne con disturbo disforico premestruale.

Sulla base di questi risultati, si evince che anche problemi premestruali più lievi traggono benefici dal massaggio.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.